Roma, Pietrucci: “Turismo deve essere all’altezza delle grandi capitali europee e mondiali”

0

Roma, la Città Eterna, è rinomata in tutto il mondo per la sua storia millenaria, l’arte, e la cultura. Tuttavia, per competere con le altre grandi capitali europee e mondiali, Roma deve valorizzare appieno le sue risorse turistiche e affrontare alcune criticità. Lo sostiene l’imprenditore Gianluca Pietrucci che in una nota-scheda riassume l’importanza di una pianificazione a livello turistico-ricettivo diversa dal consueto con proiezioni futuristiche ed inovative.

Roma – spiega Pietrucci –  vanta una ricchezza di attrazioni naturali e culturali che la rendono una meta di viaggio incomparabile. Tra i suoi punti di forza ci sono:

  • Risorse Naturali: Il fiume Tevere, il mare e le spiagge di Ostia, le pinete, i parchi come Villa Borghese e il Parco degli Acquedotti, i laghi dei Castelli Romani e la montagna del Terminillo.
  • Patrimonio Archeologico e Storico: Monumenti antichi come il Colosseo, i Fori Imperiali, le catacombe, le ville storiche e i palazzi d’epoca.
  • Arte e Cultura: Musei con collezioni di arte antica e moderna, sculture di epoche diverse, il Bioparco, il Planetario, l’Osservatorio Astronomico e l’Orto Botanico.
  • Strutture e Divertimento: Una vasta gamma di alberghi, discoteche, campeggi, cinema, teatri, studi cinematografici, centri commerciali, parchi a tema e acquatici, e luna park.
  • Sport e Tempo Libero: Lo Stadio Olimpico, la piscina olimpica, il Palazzo dello Sport, campi da tennis, golf, atletica, rally, l’impianto sciistico del Terminillo, il circuito di Vallelunga e piste per go-kart, oltre al  Palaghiaccio di Mentana
  • Infrastrutture di Trasporto: Due aeroporti (Fiumicino e Ciampino), due stazioni ferroviarie principali, tre linee di metropolitana, tram e un porto turistico a Ostia.

Criticità

Nonostante le sue molteplici attrazioni, Roma deve affrontare una serie di problemi che ne limitano il potenziale turistico:

  • Tevere non navigabile: Limitando le opportunità di trasporto e di turismo fluviale.
  • Erosione delle spiagge a Ostia: Minacciando l’attrattiva della zona costiera.
  • Acquario Eur mai aperto: Un’attrazione promettente che non ha mai visto la luce.
  • Pulizia e Manutenzione: Strade, parchi, verde pubblico e spiagge spesso sporchi, asfalto danneggiato, bagni pubblici mal tenuti o assenti, e indicazioni stradali usurate e non tradotte in inglese.
  • Trasporto Pubblico: Metropolitane, autobus e tram spesso in ritardo, fatiscenti, senza aria condizionata, con scale mobili e bagni frequentemente guasti.
  • Aree Abbandonate: Molte ville storiche, musei, stabilimenti balneari e chioschi a Ostia in stato di abbandono.
  • Infrastrutture Incomplete: Progetti come le piste ciclabili Grab, parcheggi sul Lungotevere, metro C e D, e varie fermate di treno non ancora ultimati.
  • Criminalità e Sicurezza: Mancanza di telecamere di sicurezza e colonnine SOS, e l’evasione dei biglietti di trasporto pubblico.
  • Degrado Urbano: Bici, monopattini, auto e moto abbandonati, cartelli e insegne di negozi chiusi, fontane artistiche sporche o senza acqua, e cimiteri mal curati.
  • In particolare criticità si registrano: nello stadio del Rugby a Spinaceto e la Citta’ dello Sport a Tor Vergata mai aperti, l’ impianto abbandonato del Palaghiaccio a Colli Aniene e gli impianti Olimpici del 1960 ovvero il Cinodromo e la struttura per il Canottaggio con annessa funivia a Castel Gandolfo!

Soluzioni Proposte

Per trasformare Roma in una meta turistica di livello mondiale, è essenziale implementare alcune soluzioni:

  1. Coinvolgimento della Comunità: Utilizzare cittadini con reddito di inclusione, reddito di disoccupazione e detenuti con pene lievi per la pulizia di strade, verde, spiagge e parchi.
  2. Privatizzazione dei Servizi: Privatizzare ATAC (trasporto pubblico) e AMA (gestione dei rifiuti) per migliorare l’efficienza.
  3. Navigabilità del Tevere: Rendere il Tevere navigabile da Ostia a Prima Porta per sviluppare il turismo fluviale.
  4. Attrazioni Nuove e Rinnovate: Realizzare una pista da sci dietro il lungomare di Ostia, una ruota panoramica, aprire l’Acquario di Eur e costruire un casinò sul lungomare di Ostia.
  5. Il Gp di F1 (ci furono diversi tentativi tra il 1939 e il 1954).
  6. A Ostia Lido abbattere il cosiddetto “lungomuro” darebbe visibilità al mare, alla natura e quindi alle spiagge con ricadute positive anche per gli stessi operatori economico-produttivi di settore.

“Roma- conclude Pietrucci –  ha tutte le carte in regola per diventare una delle principali destinazioni turistiche del mondo. Con interventi mirati per risolvere le criticità attuali e valorizzare le sue innumerevoli risorse, la Città Eterna può davvero competere con le grandi capitali europee e mondiali.”

 

lungomare personalizzato, lungomuro stabilimenti balneari da abbattere per ottenere visibilità spiagge.

Leave A Reply

Your email address will not be published.